LA BABELE SANITARIA

LA BABELE SANITARIA

LA BABELE SANITARIA

Pasquale Biscari*

La Lombardia reclama a gran voce un risarcimento di oltre 600 milioni di euro per una settimana in zona rossa calcolata male non si sa bene da chi.
Se questi soldi dovessero andare, ancora una volta, in soccorso alle deficienze oggettive di una regione con problemi in fatto di Sanità, molti si chiedono quanti miliardi potranno bastare a risarcire il Sud e il resto del Paese, (con parametri pressoché normali) e, tuttavia, costretti in zona rossa durante la prima ondata della pandemia.
Al fine di non lasciare indietro la cosiddetta locomotiva lombarda l'intero Paese si è conformato: mesi interi fermi.
Una solidarietà fraterna, ricambiata ancora una volta con la pretesa del Prima il Nord.
Tutto questo non può giustificare i malintesi e la Babele Informatica dove chi ascolta non capisce chi parla. L'insufficienza sanitaria è diventata quasi endemica in regioni dove si è dato più agio al profitto che al servizio.
il Sud e l'intero Paese sono chiamati ancora una volta a intervenire per superare la criticità sanitaria della regione più popolosa che un virus ha rivelato la più problematica in fatto di Sanità.
È necessario mettere mano a riforme e correttivi per fare Equità e raddrizzare Disuguaglianze diventate normalità.
Perché aspettare? Quando, se non oggi che la lancetta della Bussola Europea punta sulla Stella del Sud?
Un Recovery Plan illuminato non potrà fare a meno di introdurre la Next Generation partendo dal Meridione d'Italia.
I Servizi Istruzione, Sanità, Comunicazione, Turismo, Digitale, i settori Lavoro, Economia, non potranno mai decollare senza la potente forza motrice di un Rinascimento Meridionale di cui potrà giovarsi l'intero Paese.

* Commissione Nazionale Sanità M24A E.T.

Michele Dipace

Admin

Related Articles

Leave a Reply

Close
Close

Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.

Close

Close