QUANDO PENSI DI AVERLE SENTITE TUTTE

QUANDO PENSI DI AVERLE SENTITE TUTTE

QUANDO PENSI DI AVERLE SENTITE TUTTE

 

 

di Maria Concetta Forestieri*

Quando pensi di averle sentite tutte e che ormai hanno toccato e bucato il fondo fino a creare un buco nero che risucchia ogni residuo vagamente somigliante ad una pur minima particella di scienza e coscienza umana ecco che invece riescono a stupirti ancora in un inarrestabile crescendo piruettistico di volgarità e ignoranza.

"La doppia preferenza di genere danneggia il sesso femminile perché normalmente il maschio è maggiormente infedele". Questa l'ultima genialità sostenuta dal senatore leghista Roberto Calderoli in Aula a Palazzo Madama in merito alla questione della doppia preferenza di genere da applicare in Puglia alle elezioni regionali.

L'umile e modesto conoscitore della materia elettorale - come Calderoli definisce se stesso - prosegue sostenendo che "Il maschio solitamente si accoppia con quattro-cinque rappresentanti del gentil sesso, cosa che la donna solitamente non fa. Il risultato è che il maschio si porta il voto di quattro-cinque signore e le signore non vengono elette".

E scatta l'applauso. Perfetto stile leghista nella sua più alta espressione di vuoto cosmico cerebrale nato dalla sagacia pari a quella di un polpo bollito. Che la trovata del senatore pro lega di Salvini sia più offensiva nei confronti degli uomini, ridotti a maschi predatori, meschini traditori dagli irrefrenabili istinti sessuali oppure nei confronti delle donne che votano con il solo criterio di seguire chi se le porta a letto poco importa. Ringraziamo la Lega e il suo illustrissimo rappresentante Senator Carderoli, per averci fornito in questo esilarante spettacolo cabarettistico un'ulteriore prova del suo incommensurabile acume socio-politico degno delle più alte vette del nulla. Sipario.

*commissione equità di genere M24A-ET

Raffaele Vescera

Raffaele Vescera

1 Comments

  1. francesco avellone
    Agosto 8, 2020 at 09:30
    Reply

    Ho letto e mentre leggevo sorridevo da quello che il Sig.Calderoli ha detto in aula e,degli applausi che i suoi amici di partito gli hanno fatto.
    Rido e contemporaneamente preoccupato per quanti miei conterranei vadano dietro a una persona (e partito)che sino a non più di qualche mese fa pubblicamente non ha mai nascosto il “disprezzo” per il Sud e per chi ci vive.
    E ancora oggi molti tesserati della Lega lo dicono tranquillamente.
    C’è un proverbio (e non sbagliano mai) che dice che “il lupo perde il pelo ma non il vizio”.
    E purtroppo cavalcando l’onda del malessere il Sig.Salvini fa credere di essere un amico del Sud.Amico del giaguaro.
    Spero solo che alle prossime elezioni (quando saranno) il popolo del Sud non porga su un piatto d’argento la ns amata terra.

Leave a Reply

Close
Close

Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.

Close

Close